News 2015

MAGIA DI CALCARE, GUIDA DI BOULDER SUL GRAN SASSO: PRESENTAZIONE DOMENICA 4 OTTOBRE 18.30

calcare

Nota degli autori Roberto e Luca Parisse:

La guida di arrampicata boulder “Magia di Calcare” è il frutto di un decennio di arrampicata sui massi di calcare del Gran Sasso.

Una roccia fantastica, lavorata ad arte da pioggia e vento, in un’ambiente incontaminato, all’interno del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Il progetto del libro è stato concretizzato in questo ultimo triennio, scalando e valutando la difficoltà di tutti i passaggi, realizzando le mappe dei settori e le fotografie dei passaggi più belli.

Per documentare il duro lavoro che c’è dietro questo lungo progetto e per raccontare con le immagini la bellezza dei luoghi è stato realizzato un documentario che è disponibile per i lettori di questo libro tramite il codice inserito nell’ultima pagina.

Dopo anni di arrampicata in giro per i più famosi siti di arrampicata europei quali Fontainbleau, Meschia, le più belle aree del Ticino quali Chironico, Cresciano e Magic Wood, ci siamo resi conto che avevamo dei luoghi perfetti per praticare il bouldering, poco distanti dalle nostre case e adatti per l’arrampicata estiva perché situati tra i 1500 e i 2500 metri di quota.

E’ proprio la quota che ha reso difficile questo progetto: quando si è in montagna bisogna fare i conti con il meteo che cambia velocemente e con gli avvicinamenti che non sono sempre brevi.

Nel libro vengono descritte cinque aree di arrampicata tutte in quota e di roccia calcarea: Monte Aquila, Vado di Sole, Val Maone, Vallone delle Cornacchie/Rif Franchetti e Valle del Monte.

Come “Extra” abbiamo ritenuto opportuno di inserire l’area bouder di Poggio Umbricchio, un’area di arrampicata abbastanza grande che conta circa 200 passaggi su un’arenaria compatta che si presta molto alla pratica del bouldering.

L’area boulder di Poggio Umbricchio si è guadagnata un posto in questa guida perché si trova al confine del Parco del Gran Sasso e Monti della Lagaed è molto vicina alle aree di calcare in quota del versante teramano.

Abbiamo voluto questa guida con tutte le nostre forze, volevamo lasciare un segno del nostro passaggio su questi massi, volevamo trasmettere le sensazioni provate scalando i massi più belli, dormendo sotto le stelle e godendo nell’alba che nasce dal mare Adriatico.

La bellezza di queste montagne, la flora e la fauna del parco completano la maestosità dei blocchi di roccia rendendo queste aree speciali.

Un ringraziamento speciale va ai nostri compagni di avventura: Riskio, che si è spezzato la schiena portando in giro il suo enorme Crash Pad carico di attrezzatura per le riprese video e Matteo che ci ha dato una grossa mano soprattutto salendo e aiutandoci a gradare i blocchi più duri.

Un grazie va anche all’ente Parco del Gran Sasso e Monti della Laga per averci appoggiato in questo progetto e per aver integrato i capitoli delle aree di arrampicata con delle schede interessanti su flora e fauna.

Ringraziamo per il supporto economico utilizzato per coprire parte delle spese di realizzazione del documentario la Fondazione Carispaq di L’Aquila.

Per ultimo, ma solo perché è più alpinista che boulderista, ringraziamo Roberto Cappucciati che ha subito appoggiato il nostro progetto realizzando il libro con la sua casa editrice, Versante Sud.

La guida sarà disponibile ON LINE e in libreria e negozi specializzati a partire da Ottobre 2015.

Commenta!